Federico Platania

veronica-tomassiniTi riconosci nella definizione di “scrittrice cattolica” e più in generale cosa pensi di questa classificazione?

Alla questione non ho mai pensato in questi termini. E tuttavia in questi termini è stato scritto il romanzo Sangue di cane. Qualcuno lo ha definito uno dei pochi testi cristologici di questi anni. Non lo so, l’esperienza personale attiene alla scrittura e viceversa, senza Dio non sarei in grado di rileggere la mia vita, e quel che ho prodotto fino ad oggi attiene essenzialmente ad essa. Essere uno scrittore cattolico, nello specifico, entra per inciso nei miei scritti, ma vi arriva per una strada sua, indipendente. Dio è un fatto che mi appartiene, ed è ovunque. Esiste al di sopra di ogni ragione. Ho creduto nel valore della testimonianza, pretendeva tutta l’attenzione rispetto a uomini minori, ho incontrato uomini minori, mi sono appassionata di questa umanità negletta, dolente, la mia è la…

View original post 397 more words

Advertisements