ecco tutto

L’ebreo apre il paltò, dalla tasca tira fuori la piccola bottiglia di rum, dà un sorso, accende la sigaretta. Di colpo sento la tristezza del mondo. L’ebreo era un amico, no, non è vero, lo tenevo sotto scacco, era un ricatto morale, me lo ha detto lui. Allora stammi lontana, ricordi? Ti ho avvertito, stammi lontana perché ho bisogno di tutto, e pur di salvarlo, capisci? Per me non voglio niente, dico all’ebreo. Non importa sai, i vestiti, i soldi, non li voglio per me, non darmene, se me ne dai io li prendo, io mi faccio comprare. Ecco tutto. E non dire sempre ecco tutto.

Advertisements