facebook e gli scrittori

Proprio ieri leggevo l’ennesima polemica che ha sforato la lite e che forse è finita persino con il bannamento dell’interlocutore considerato molesto o invadente.  Succede su facebook dove a perdere la lucidità ci vuole un attimo. La polemica di ieri nel qual caso nasceva su un post del critico Francesco Musolino, qualcosa che riguardava una certa utilità ridondante dei romanzoni, ovvero l’inutilità di un testo che superasse le trecento pagine. Per inciso, in molti abbiamo pensato subito a Albinati. Un dubbio legittimo che ha scatenato un mucchio di commenti, partecipano il blogger Mario De Santis, lo scrittore Crocifisso Dentello e altri ancora. La polemica si avvita soprattutto nei commenti intercorsi tra De Santis e Dentello. Musolino cancella il post. Niente di nuovo. Ci siamo cascati tutti. Non succederà mai, su facebook in special modo, che qualcuno faccia cambiare idea a un altro, al limite ci si manda a fanculo. Nessuno ascolta nessuno. Nessuno crederà più alla balla del contributo interessante di tizio o caio. Si finisce quasi sempre sul personale. O altrimenti si finisce in prossimità del personale. Facebook non è altro che il carburante delle acredini di ognuno, finanche di quelle che non sapevamo di nutrire. L’ultima frontiera supera l’autoreferenzialità: l’insulto nobilitato. E i troll insegnano. Ma qua si va oltre. Il topic nei social si preoccupa al limite o soltanto di trovare una polemica dentro cui azzuffarsi. O individuare il tale da infilare nella gogna. Nasce una nuova tendenza: profili pubblici prestati a bacheche per calunnie universali. Cioè ci infiliamo uno e lo massacriamo tutti, questo è il senso.

Era quel che ci meritavamo, una fine da social? “Sono loro stasera i migliori che abbiamo?”

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s